L'arrivo dell'autunno


Che bello l'autunno...
Fino a qualche giorno fà vedevo in giro con le ciabatte infradito ora cachemire!
Anche se sinceramente soffro il freddo, sono molto rilassato all'arrivo di questo autunno ritardatario.
Gli alberi spogli e la pioggia di foglie secche sono le mascotte che annunciano la mia stagione preferita.
Ho comprato un kg di castagne e non vedo l'ora di cuocerle, intanto penso ai costumi di halloween che devo completare.
Come sto?
Sto bene, è un periodo non facile, devo incastrare tante cose lavorative, a volte mi sento sbattuto al muro dagli impegni e sento che la mia vita è guidata dalle cose in programma e mi sento un po' soffocare.
Sempre più strozzato anche il tempo che passo con il mio ragazzo e questo spesso mi fa disperare, ma poi arrivano momenti (tipo ora) dove vedo tutto chiaramente e rimango sereno a guardando i 300 impegni e le mille cose che aggiungo alle mie responsabilità.
Mangio migliaia di caramelle gommose e nel pomeriggio mi metto a sfornare dolci halloweeneschi.
Dal giappone mi sono arrivate un sacco di formine per biscotti nuove e ho comprato due portaspazzolino di Rilakkuma, uno per me  e uno per Giammi.
Questa sera uscirà il secondo episodio di Styling Fighter a tema halloween, il programma web che presento e al momento mi diverte tantissimo, nonostante la sveglia suoni prestissimo anche nel weekend per le riprese.
Buone zucche a  tutti!



questa sera alle 20.00 ...

Questa sera alle 20.00 uscirà il primo episodio di STYLING FIGHTER il gioco organizzato da MOHmagazine che preseterò io assieme ad altri giudici d'eccezione.
 Non perdetevelo su WWW.STYLINGFIGHTER.BLOGSPOT.COM
Vi lascio qui sotto il trailer della puntata di halloween che uscirà il 28 ottobre ^___^

Ordine

Ok, è tutto in ordine.
Sono seduto alla mia scrivania e guardo fuori dalla finestra, sono sereno e sento che è tutto in ordine al momento nella mia vita.
Ho deciso finalmente di confermare la mia relazione, il lavoro procede bene e anche se a volte mi ritrovo alle prese con più cose di quelle che riuscirei a fare, non mi voglio assolutamente lamentare.
Ho anche sistemato quasi tutti i miei ambienti, casa, armadio, che può sembrare una cavolata ma sono lo specchio di me.
Se io sono incasinato il caos regna anche dove passo o tocco, scarpe che fuoriescono da ogni buco, piatti che si ammucchiano e vestiti sulle sedie.
Ora non vi dico che le magliette sono impilate in ordine di colore, ma almeno entrando in camera non si devono scavalcare montagne di running e ciabatte, anche perché la situazione poteva diventare assurda visto che nell’ultimo mese le nuove arrivate nella mia personale sezione calzature sono più o meno una decina.
Ebbenesi, sono stato un po’ nervoso negli ultimi due mesi, avevo dubbi inutili su ogni cosa e quando ho i nervi tesi solo una scarpa nuova può momentaneamente calmarmi.
Dico momentaneamente perché se il nervoso è grande dopo due giorni ne arriva un secondo paio e poi un terzo…
Ho appena finito di sfornare ciambelle e tortini per i miei amici che stasera passeranno da me per due chiacchiere, non li vedo da tanto tutti assieme e nemmeno per il mio compleanno sono riuscito ad incastrare per beccarli.
Il mio rapporto con la cucina come vedete è tornato alle origini, sto ancora bene tra pentole e fornelli e anche mia madre lo ha notato dalle due impronte di farina sui jeans (zona chiappe), che avevo poco fà, un gesto che non mi ha mai abbandonato da quando facevo i primi dolci “mattone” senza lievito a 11 anni, me lo dimenticavo sempre, a quando il mio primo ragazzo mi ha regalato un set per dolci, al secondo che magari era meno contento che passassi tutto il tempo con la testa nel forno, al terzo che adora tutto quello che gli cucino e mi fa sentire un bravo cuoco ad ogni pasto.
E’ bello avere tanti ricordi, quelli belli ti aiutano ad affrontare nuove esperienze, quelli brutti ti insegnano a non ricascare nelle stesse trappole, quelli spaventosi ti fanno sentire forte avendoli superati nel migliore dei modi, con quelli divertenti ridi da solo come un matto anche nel buio a letto prima di addormentarti, quelli malinconici cullano attimi dove devi per forza andare giù per poi riemergere nel benessere che ognuno si crea.
Se ci fosse un codice specifico, un metodo per stare bene immediatamente sarebbe fantastico, io poco più di un anno fa ero alla disperata ricerca di questo, di uno “svuotamemoria”, di una forza che cancellasse tutto quello che ritenevo negativo nella mente, ma poi con il tempo, tanto tanto tempo, ho capito che ogni persona deve cercare tutti gli elementi per creare la propria formula di serenità, ed è infinita, non è mai completa, aggiungi tasselli  e ti fa stare bene, ma dev’essere sempre nutrita di nuove cose che tu ritieni importanti.
E’ iniziato ottobre, il mese che amo in tutti i suoi aspetti, dai rumori ai colori, dove tutti i paesaggi si calmano dal caos estivo.
Sento un brivido fantastico la sera quando mi copro con un cardigan per i primi spifferi mentre guardo le mie amate serie tv.
Buon ottobre a tutti!




29 anni più che mai.



Buon compleanno a me...
29 anni e non mi sento ne vecchio ne triste, sono contento di tutto quello che ho.
Non è necessario farlo il giorno del proprio compleanno, ma ogni tanto bisogna fermarsi e pensare a tutte le cose belle che si hanno attorno.
Pensavo non sarei mai riuscito ad organizzare una giornata tutta per me, figuriamoci il 27 settembre, mai libero da impegni e lavoro.
Oggi è il mio giorno, siamo in auto da un oretta, la giornata prevede (visto che non mi son fatto vacanze quest'estate), due giorni di terme, per lasciare un po' di nervoso e stress nelle vasche rilassanti e nei lettini per massaggi, ma prima qualche regalino da Prada.
Il mio risveglio è stato addolcito da una scatola di latta piena di caramelle gommose da parte di Giammi, non potrei essere più felice di così.
Per quanto riguarda i miei amici, scusate se sono sparito tra lavoro e cavoli vari, appena torno organizzerò una serata a base di muffin e cioccolata in tazza, tutti da me.
Bacioni e grazie a  tutti per gli auguri!



video

Gay/xxxxxxxxxx/la fiducia

Ci si mette cosí tanto a fidarsi di qualcuno e così poco a diventare uno scettico cronico verso tutto quello che si costruisce in due.
Una delusione passata anche se davvero PASSATA, a quanto pare puó infettare anche nuove relazioni.
Per quanto mi riguarda, per un lieto vivere generale, ho deciso di non fasciarmi la testa, vivermi le cose con leggerezza, e tutto sembra più facile da vivere.
Ma sinceramente ho sempre un folletto sulla spalla che mi ricorda di stare attento, e di non rilassarmi troppo.
Un' attenzione che ancora giustifico con le esperienze negative e non mi turba più di tanto, non vorrei peró diventasse un pericolo per la mia vita, al momento tranquilla ed equilibrata fortunatamente.
Mi son dato un limite un anno fa:
FESSO solo una volta nella vita!
Non ricapiterá ancora.
Saluti dalla spiaggia.

GAY/ /RIECCOMI

Rieccomi dopo mesi di assenza.
D'estate la gente si riposa e fa pazzie, io per la maggiore lavoro e ho trovato un certo equilibrio sentimentale.
Non immaginavo di stufarmi così presto delle serate vigliacche, zero pensieri, 20 shortini e chi bacio bacio...
Sono ritornato a una sorta di pace dei sentimenti, nelle pause dal lavoro intenso, ho ricominciato a condividere tanto con qualcuno.
Sono riuscito a lasciarmi andare nonostante i grossi problemi di fiducia verso chiunque, ho vissuto la cosa dall'inizio senza farmi troppe domande e  tenendo conto che avrei potuto fare cazzate da un momento all'altro.
Ora si prova, mi sono preso l'impegno di crederci e di non nascondere nessuna sensazione, dalla più bella a quella più brutta.
Mi stupisco di quello che un altra persona fa per me e lo fa perchè è davvero felice nel vedermi sorridere.
Sono cose che già speravo di provare in passato, ma avevo messo il cuore in pace, dopo tanti tentativi le vedevo come una mia richiesta al vento.
Se la persona è quella giusta, tutto viene spontaneo, questa alchimia si attiva senza nemmeno progettarla, le "carinerie" sono sdolcinate e  irritanti se pianificate per un risultato preciso, per uno scopo, ma se escono libere, senza malizia, le sentirai direttamente per come sono, trasparenti, pure.
La spontaneità è la qualità che preferisco, ora ne ho la conferma, l'ho sempre cercata e mi si è sempre rivoltata contro con delusioni una dietro l'altra.
Ora sto bene, stiamo bene, l' estate non mi fa più nemmeno più così schifo, programmo le mie vacanze tra un lavoro e l'altro.
Ah puppy ha dei nuovi calzetti a rombi antiscivolo così non mi graffia quando dorme sulla mia pancia e sognando si rilassa...
Passo e chiudo, alla prossima.